mercoledì 16 settembre 2020

Dignità dei neri in un mondo fatto per i bianchi

I'm Still Here: Black Dignity in a World Made for Whiteness, di Austin Channing Brown.


Dalla presentazione:


Il primo incontro di Austin Channing Brown con un'America razzializzata avvenne all'età di sette anni, quando scoprì che i suoi genitori la chiamavano Austin per ingannare i futuri datori di lavoro facendogli credere che fosse un uomo bianco. Cresciuto in scuole e chiese a maggioranza bianca, Austin scrive: "Ho dovuto imparare cosa significa amare l'oscurità", un viaggio che ha portato a una vita trascorsa a superare le divisioni razziali americane come scrittore, oratore ed esperto per aiutare le organizzazioni a praticare inclusione. In un'epoca in cui quasi tutte le istituzioni (scuole, chiese, università, imprese) affermano di valorizzare la diversità nella sua dichiarazione di intenti, Austin scrive con dettagli mozzafiato sul suo viaggio verso l'autostima e le insidie che uccidono i nostri tentativi di giustizia razziale. Le sue storie testimoniano la complessità del tessuto sociale americano: dai quartieri di Black Cleveland alle scuole private nei sobborghi della classe media, dai muri delle prigioni alle sale del consiglio delle organizzazioni a maggioranza bianca. Per i lettori che si sono impegnati con l'eredità americana sulla razza attraverso la scrittura di Ta-Nehisi Coates e Michael Eric Dyson, I'm Still Here è uno sguardo illuminante su come l'evangelicalismo bianco, di classe media, abbia partecipato a un'era di crescente ostilità razziale , invitando il lettore ad affrontare l'apatia.


Compra il mio libro A morte i razzisti

Nessun commento:

Posta un commento